Il blog dell'Affresco | MARIANI AFFRESCHI VESTE CON GEORGE BARBIER LA SALA DEGLI SPOSI DI VILLA GIULIA A ISCHIA
452
single,single-post,postid-452,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.1.2,it

MARIANI AFFRESCHI VESTE CON GEORGE BARBIER LA SALA DEGLI SPOSI DI VILLA GIULIA A ISCHIA

L'Avance - George Barbier

14 feb MARIANI AFFRESCHI VESTE CON GEORGE BARBIER LA SALA DEGLI SPOSI DI VILLA GIULIA A ISCHIA

Parlano d’amore. Esprimono in modo simbolico l’unione tra uomo e donna ed evocano il momento più bello, quello del matrimonio.
Per impreziosire la sala degli sposi di Villa Giulia a Ischia, la famiglia Leonessa si è affidata alla maestria di Mariani che, con la mano dei suoi artisti, ha realizzato alcuni affreschi in una delle meravigliose stanze della residenza napoletana.
L'Avance - George Barbier

L'Avance - George Barbier

Gli affreschi, composti con le antiche tecniche originali, raffigurano alcuni soggetti di George Barbier. La scelta dei soggetti è finalizzata a raccontare l’arte della seduzione e del corteggiamento, una tematica molto amata dagli artisti di tutti i tempi e la cornice ideale per la sala degli sposi di Villa Giulia.
Le opere sono state realizzate a mano da maestri affrescatori e ogni scena è stata reinterpretata seguendo il tocco personale e le emozioni dell’artista.
La bellezza di questi affreschi non si trova solo nel disegno che si rifà all’arte di Barbier, ma anche nella speciale interpretazione che rende ogni pezzo unico e inimitabile.
A rendere ancora più affascinanti le opere sono alcuni abbellimenti, come gli swarovski sugli abiti delle donne, la luna d’argento e altri tocchi preziosi.
Oui - George Barbier

Oui - George Barbier

Ma chi era George Barbier? Francese, Barbier nacque a Nantes nel 1882. Si occupò fin dall’inizio della sua carriera di costumi per l’allestimento di balletti e rappresentazioni teatrali, divenendo famoso per la sua attività di illustratore di moda. Per venti anni guidò l’Ecole des Beaux Arts. Barbier fu anche designer di gioielli e realizzò creazioni in vetro e carte da parati. Scrisse a lungo per la prestigiosa Gazette du Bon Ton. Negli anni Venti lavorò come costumista per Les Follies Bergere.

Morì nel 1932, all’apice del suo successo.
M.Z.
No Comments

Post A Comment