Il blog dell'Affresco | PERCHE’ IL VERO AFFRESCO NON STANCA MAI
426
single,single-post,postid-426,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.1.2,it

PERCHE’ IL VERO AFFRESCO NON STANCA MAI

29 gen PERCHE’ IL VERO AFFRESCO NON STANCA MAI

Le riflessioni sono sempre importanti. Riflettere, conoscere, capire cosa sta dietro le cose  sono tutte azioni che stanno alla base della vita umana, di una vita consapevole e completa.
Ecco perché in questo articolo mi soffermerò, come ho già fatto altre volte, sul concetto di autenticità dell’affresco. In particolare cercheremo di capire l’importanza dell’utilizzo della tecnica a strappo dal muro, affinché un affresco possa chiamarsi tale.
Una premessa è necessaria: quando parliamo di affresco ci riferiamo a un prodotto artistico che vanta una tradizione millenaria che non conosce e non può conoscere le modalità di produzione in serie. Dietro un affresco, quindi, c’è una storia antica che non va mai dimenticata e che accresce il valore esclusivo e pregiato del prodotto, anche se questo viene realizzato nel 2010.
La squadra di decoratori di affresco di Mariani al lavoro

Artisti al lavoro presso il laboratorio della Mariani Affreschi

Se rispettiamo la storia di questo prodotto affascinante, dobbiamo quindi rifarci alle tecniche originali e una di queste è quella “a strappo”. Michele Comini, tecnico d’arte di Mariani Affreschi, ci spiega cosa vuol dire. “Dopo avere eseguito l’affresco a muro ed atteso che l’intonaco dipinto sia ben asciutto, vi si incolla una tela e la si “strappa” dal muro. A questo punto si ottiene una tela sulla quale abbiamo il dipinto “in negativo”. La fase successiva consiste nel “riporto” per trasferire “in positivo” il dipinto. Si procede quindi ad incollare una seconda tela sul retro di quella strappata, si scioglie la prima colla e si stacca la prima tela. In questo modo l’affresco resta trasferito sulla seconda”.
Ora che abbiamo ben chiara la tecnica possiamo entrare nell’argomento e lo facciamo insieme a uno dei titolari dell’azienda bresciana, Alberto Mariani.
Come si distingue un vero affresco da uno falso?
A occhio nudo la distinzione non è semplice, ci vuole un occhio esperto per notare la differenza. Generalmente i colori sono meno naturali, ma, come ripeto, l’osservatore deve avere termini di paragone effettivi. Le differenze si possono verificare, tuttavia, con il tempo: l’affresco finto tende a sopportare meno fattori come luce, umidità, acqua, agenti atmosferici, perdendo sostanza nel colore. Talvolta, addirittura, in condizioni climatiche esasperate si rischia anche che il colore si stacchi dalla tela. La differenza unica e sostanziale tra un vero affresco ed uno finto è che il vero affresco deve essere eseguito su uno strato di malta fresca, utilizzando la calce come legante e le terre come colori e la realizzazione deve necessariamente avvenire nei tempi in cui l’intonaco (la malta) è umido.

La tecnica dello strappo by Mariani Affreschi

La tecnica dello strappo by Mariani Affreschi

Perché la tecnica a strappo è fondamentale nell’affresco?
È incontrovertibile che un affresco autentico dev’essere realizzato su un supporto murario, che non può essere facilmente trasportato e ricollocato in un ambiente domestico come un complemento d’arredo. Lo strappo permette la rimozione del solo colore e la facile trasportabilità del dipinto che diventa pertanto un articolo commerciabile a tutti gli effetti mantenendo tutte le proprietà chimico-fisiche dell’affresco su muro, ma con la nuova fondamentale caratteristica di essere su una tela e di avere un peso infinitamente inferiore, adattandosi pertanto alle esigenze dell’arredamento.
Voi siete tra i pochissimi che realizzano ancora affreschi “artigianali” e autentici. Perché lo fate?
Perchè questo ci distingue sempre più dal mercato di massa identificandoci come azienda leader in una specifica nicchia che conosciamo perfettamente; ciò significa fornire ai nostri clienti un prodotto autentico con tutti i vantaggi del caso: la bellezza, la resistenza, l’autenticità. Non da ultimo, le reazioni chimiche che avvengono durante la realizzazione del vero affresco (come la carbonatazione del colore), conferiscono ai colori una morbidezza ed una naturalezza senza eguali oltre a renderli estremamente resistenti nel tempo. Come diceva nostro padre, fondatore dell’azienda, “il segreto dell’affresco è che non stanca mai”.
M.Z.
2 Comments
  • Giusi
    Posted at 13:15h, 04 febbraio

    E’ davvero ammirevole ciò che realizzate, e la vostra idea di autenticità dell’affresco!

  • CATTANI PIER PAOLO
    Posted at 15:11h, 05 febbraio

    Ho acquistato alcuni affreschi prodotti dalla ditta Mariani. Sono stati molto gentili, disponibili e propositivi durante la fase di “progettazione” se così si può dire. Infatti siamo stati opportunamente e correttamente consigliati nella scelta e nella personalizzazione/creazione degli affreschi.
    Non dico i commenti di coloro che vedono ora gli affreschi in casa nostra (il nostro orgoglio è ampiamente gratificato). Perfino gli artigiani che hanno “installato” le opere sono rimasti meravigliati dalla qualità e dalla bellezza di questi affreschi: il mio giudizio è certamente di parte, ma sono veramente molto belli. Debbo anche dire che il rapporto qualità/prezzo è veramente buono.

Post A Comment