Il blog dell'Affresco | VERO O FALSO? IL VALORE DELL’UNICITA’
200
single,single-post,postid-200,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.1.2,it

VERO O FALSO? IL VALORE DELL’UNICITA’

Un dipinto originale di Alfons Maria Mucha

06 nov VERO O FALSO? IL VALORE DELL’UNICITA’

Il vocabolario dice: “Unico, che è senza uguali, in senso assoluto o relativamente ad alcuni aspetti e caratteristiche”. Mi capita spesso, per lavoro, di rifugiarmi nella “bibbia delle parole”. Quando ho qualche dubbio (o voglio togliermelo) apro quel grosso libro con le pagine sottili e trovo sempre una risposta.
Lo spunto viene da Laura Mariani, titolare insieme ad Alberto e Alessandro della Mariani Affreschi.
Un dipinto originale di Alfons Maria Mucha

Un dipinto originale di Alfons Maria Mucha

“Un valore aggiunto delle  nostre opere – mi spiega – è il fatto di essere uniche. Ognuna di esse infatti, anche se è la replica di un soggetto scelto dal nostro catalogo, ha comunque la particolarità di essere eseguita a mano e quindi di essere diversa dall’originale”. Spunto intelligente, che implica ragionamenti impossibili da esaurire con un solo articolo.
In effetti, se ci pensiamo bene, ogni volta che un artista realizza la replica di un soggetto mescola i colori di base per creare le varie tonalità e ogni volta avviene una reazione che può subire degli impercettibili cambiamenti, anche dovuta a fattori esterni come le condizioni climatiche o per le emozioni stesse dell’autore, per la sua condizione psicologica di quel preciso momento in cui sta lavorando all’opera, che non sarà mai uguale ad un altro. La diversità, quindi, è un pregio, non un difetto.
Un'altra interpretazione di un dipinto del Mucha realizzata da un'artista di Mariani Affreschi

Un'altra interpretazione di un dipinto del Mucha realizzata da un'artista di Mariani Affreschi

Avere a casa, per esempio, una donna della Tamara de Lempicka, quella con l’abito verde, famosissima: immaginate di avere una donna tutta vostra, che guarda e si atteggia in un modo unico, esclusivo, fatto solo per voi, fatto da quell’artista che guardando il dipinto originale ha messo un briciolo delle sue emozioni. Lo stesso vale per un dipinto del Mucha o di Klimt.
Un'interpretazione di un dipinto del Mucha realizzata da un'artista di Mariani Affreschi

Un'interpretazione di un dipinto del Mucha realizzata da un'artista di Mariani Affreschi

Copiare, per un artista vero, è impossibile. Accettiamo il suo “lato oscuro”. Portiamolo nelle nostre case come un valore aggiunto.
M.Z.

No Comments

Post A Comment